Seminario RESIDENZIALE
ARTEMISTA (PV) 2023
AMLETO "La potenza della relazione scenica"

fornire agli attori un approccio al lavoro fondato sulla relazione intensa tra i partner, che trovi nello spazio vuoto un parco giochi per la fantasia e per l’azione scenica, senza che questa significhi fingere o mimare, ma alimentando la concretezza e l’intensità delle nostre azioni

Iscriviti al Seminario

docente Fabio Boverio

Informazioni

SEMINARIO RESIDENZIALE
PAVIA

Presso la residenza artistica Artemista, via Castello 4 - Spessa [Pavia]. Un luogo immerso nelle risaie dell’argine del Po, dove la natura, la vita dei campi e la sala lavoro ricavata all’interno di un antico granaio creano uno spazio di studio unico, adatto a generare un benessere interiore che favorisce il lavoro.

Periodo:
dal 27 gennaio alle 17.00 al 29 gennaio alle 18.00.

Frequenza:
23 ore totali + una call di un’ora online 16 partecipanti.


ISCRIZIONI:
email: info@minimateatro.it
telefono: 351 934 3599 (anche WhatsApp) - 333.2522864


COSTO:
310,00 Euro
240,00 Euro se allievi di Minima Teatro

La cifra comprende il costo del seminario, la sala di lavoro interamente dedicata, il vitto e l’alloggio per tre giorni.

AMLETO: “La potenza della relazione scenica” Workshop residenziale sulla relazione e la sincerità in scena

“Il teatro è una proposta di come il mondo dovrebbe essere” – Jerzy Grotowski “C’è solo fare o non fare. Non c’è provare” – Yoda, maestro jedi “Essere pronti è tutto” - Amleto

Come si costruisce una scena efficace? Esiste un training che mi permette di sentirmi “vivo” e non “bravo”? Che mi permetta di lavorare sulla mia umanità e al contempo su qualcosa di molto lontano da me come “il personaggio”? Come possiamo trasformare la costruzione di una scena in una vera e propria esperienza d’impatto emotivo e vitate? Queste sono le domande a cui questo seminario risponde, con l’obiettivo di fornire agli attori un approccio al lavoro fondato sulla relazione intensa tra i partner, che trovi nello spazio vuoto un parco giochi per la fantasia e per l’azione scenica, senza che questa significhi fingere o mimare, ma alimentando la concretezza e l’intensità delle nostre azioni.

IL TEMA: Amleto.

Amleto perché è rabbia, giovinezza e passione. Amleto perché ci porta a domande profonde e a relazioni forti. Amleto perché fornisce un immaginario senza tempo che parla dell’umano, e della sua fragilità. Quello di Minima Teatro è un workshop che si fonda sul metodo organico, in grado di fornire elementi concreti e solidi qualsiasi sia il tipo di teatro e di performance che ci vede implicati. Tale metodologia di lavoro si basa sul contatto con le nostre energie vitali e sugli strumenti per far emergere la parte più bella e segreta che ciascun attore possiede. Il training che viene insegnato in questo laboratorio può essere praticato da chiunque e in ogni momento - qui e altrove - avendo come obiettivo quello di mettere in una relazione concreta l’umanità dell’attore con quella del suo partner trasformando il momento performativo in un’esperienza condivisa in cui - come diceva Grotowsky – non ci sono spettatori, ma testimoni della vita che accade tra due attori.
Partiamo da un’intensa fisicità per liberare la potenza della parola. Apriamo la parola perché si faccia “parola del cuore”, e imparare cosa significhi lo stato di abbandono in un training che ha come obiettivo la sincerità del corpo e una dinamica relazionale che non ammette finzioni.
Abbiamo scelto per questo specifico seminario di essere in residenza artistica, così da poterci concentrare sul lavoro per tre giorni interi e non dissipare le energie creative e relazionali che sono il vero motore propulsivo dell’esperienza che verrà proposta. Al lavoro di analisi del testo, di training e di montaggio scenico, si dedicherà una parte anche alla scrittura personale come punto di contatto fra me e il personaggio.

TEMI DEL WORKSHOP:

- Il training organico come strumento per alimentare la propria vita ed energia in scena
- Lavoro sul testo teatrale e sul montaggio scenico
- Lavoro personale e di gruppo
- Il vuoto e lo spazio come elemento di possibilità espressiva
- La sincerità del corpo nell’agire scenico e della parola nel relazionarsi al partner

Il Workshop prevede 3 giorni di laboratorio in residenza artistica presso Artemista (PV) e una call di un’ora online per dare modo a tutti i partecipanti al seminario di allinearsi agli obiettivi e preparare adeguatamente il materiale e la scena che verrà lavorata nel seminario.

INSEGNANTE:

Fabio Boverio: Direttore artistico e fondatore di Minima Teatro, professional coach e trainer di percorsi di Empowerment e di sviluppo personale per importanti aziende internazionali, negli ultimi dieci anni ha lavorato per importanti scuole lombarde focalizzando la propria pedagogia sugli elementi che consentono all’attore di liberare e potenziare la propria espressività come essere umano prima ancora che come performer, impiegando tecniche provenienti dall’esperienza di coaching, dalla bioenergetica e dal teatro fisico-relazionale che ha come capostipiti Brook, Barba e Grotowski. Da oltre 15 anni dirige corsi presso numerose scuole di teatro oltre alla masterclass per professionisti presso Minima Teatro.

“Non faccio sconti e non ne voglio. Fare teatro non è fama, gloria o ego. “Fare teatro” è conoscersi, avere qualcosa da comunicare che brucia dentro e dire la propria verità con forza. Farlo è difficile, e richiede dedizione, sacrificio e amore. Soprattutto amore”.

immagini della cornice del Seminario di Teatro a Badia

seminario residenziale artemista
seminario residenziale artemista
seminario residenziale estivo di teatro

SEMINARIO RESIDENZIALE 2022 / 2023 SEI INTERESSATO E VUOI ESSERE RICHIAMATO?